PEPERONCINO ROSSO
Capsicum annus
parti usate: frutti


La parte attiva della pianta Ŕ costituita dal frutto che contiene la capsaicina, una sostanza oleosa e rubefacente la quale Ŕ responsabile del suo sapore piccante.
Dal punto di vista chimico nel peperoncino Ŕ possibile isolare: sostanze azotate, capsacina, oleoresina, capsantina, un colorante carotenoide rosso, quercitina, esperidina, eridietrina, lecitina, vitamine C, PP, E, K2, P, A, sali minerali acido malonico e citroflavonoidi. Senza entrare nel merito dei mirabili effetti delle vitamine e dei soli minerali contenuti nel prodotto Ŕ bene ricordare l'azione vasodilatatrice ed emodinamica.
Il peperoncino risulta particolarmente efficace nello stimolare la vitalitÓ dei tessuti ed attivare il circolo venoso e capillare. Sono tuttavia in corso studi che evidenziano l'effetto antistaminico del frutto e ne propongono l'uso in alcune patologie allergiche e nell'asma.


Coadiuvante tradizionale per:

le turbe del circolo venoso e le emorroidi; l'azione coadiuvante nelle manifestazioni influenzali.