achillea

 

COME PRODOTTO FRESCO

INFUSO: 3g di foglie e di sommitÓ fiorite in 100ml di acqua. 2 Tazzine al giorno, prima e dopo i pasti principali.

DECOTTO: Non si usa.

 


MODALITA' DI CONSERVAZIONE

ESSICAZIONE: Le foglie si essiccano in un luogo ventilato dove non penetri luce solare, le sommitÓ fiorite vengono radunate in mazzetti e si essiccano nello stesso modo delle foglie. La pianta essiccata va conservata in un recipiente di vetro al riparo dall'umiditÓ e della luce.


MODALITA' DI ESTRAZIONE

MACERAZIONE: I fiori vengono raccolti ed estratti in una soluzione idroalcoolica in modo da ottenere una gradazione di circa 60░.Terminate le 3 settimane di macerazione si spreme e si filtra la pianta.

TINTURE: 20g in 100ml di alcool di circa 50░ per 10 giorni.

TINTURE VINOSE: 5g in 100ml di vino bianco e macerare per 10 giorno.


PRINCIPI ATTIVI

Tutta la pianta contiene: oli essenziali, limonene, tuyone, camazulene, achilleina.


PROPRIETA'

Digestive, sedative, vulnerarie, antinfiammatorio e diuretiche.


DALLA CULTURA POPOLARE SI TRAMANDA

In Europa la pianta Ŕ stata utilizzata come diaforetico, spasmolitico, vulnerario, emostatico ed uteratonico. Nella farmacologia cinese, l'achillea Ŕ impiegata nel trattamento di ulcere nella amenorrea e per ridurre lo stato infiammatorio dagli ascessi.


LE APPLICAZIONI SUGGERITE OGGI RIGUARDANO

 

LA MEDICINA: Masticando una foglia, passa il mal di denti. Per favorire la digestione prendere poche gocce di tintura prima e dopo i pasti, oppure un infuso come tisana.

ASSOCIAZIONI: MENTA - ANGELICA - CAMOMILLA - MELISSA

Per preparare il flusso naturale e/o la traspirazione eccessiva Ŕ sufficiente bere la tisana 2-3 volte al giorn